Gasser Slittini Srl

Zieglstadl 15
A - 6143 Mühlbachl
Tel: +43 (0) 5273 / 6243
Fax: +43 (0) 5273 / 7383
Email: office@gasserrodel.at

Corse sportive

Lo sviluppo dello slittino come attività sportiva durò ancora tanti anni. I momenti iniziali si trovano in Svizzera, il primo corso internazionale di slittini avendo luogo a Davos nel 1883. A quell’epoca, l’ammissione al corso fu riservata agli slittini svizzeri – il più conosciuto essendo lo “slittino di Davos”.

In Austria, le due regioni del Tirolo e della Stiria giocarono il ruolo di battistrada a proposito dello sport di slittino. Nei communi tirolesi di Absam e Hall l’entusiamso per fare slittino si mostrò già negli anni 1880. Nella valle di Hall, nel 1890 si svolse la prima gara di slittini col minatore Johann Laimgruber di Absam. Il suo veicolo – chiamato “Böckln” – fu attrezzato di pattini di legno con piegatura naturale, dotato anche di guide e di sedile con cinghia.

Il dottor Adolf Rziha di Graz giocò un ruolo pionieristico nel mondo dello slittino sportivo e diventò il fondatore della “tecnica stiria di slittino”. La cosiddetta “Leobener Stahlrodel” (“slittino di acciaio di Leoben”) fu ricca di successi nelle gare internazionali all’inizio del Novecento. I Tirolesi usarono slittini di legno che vissero continuamente nuovi sviluppi.

Nel 1910, il cosiddetto “Stockrodeln” (fare slittino usando un bastone) fu vietato sulle strade di Halltal e Vill, perché il bastone con una lunghezza di 2 metri – usato per una migliore capacità di guida – fu considerato troppo pericoloso. Il prossimo passo importante nello sviluppo dello slittino è associato ai signori Hans Gfäller e Karl Hagen di Oberaudorf, svolgendosi nel 1911 durante il campionato austriaco. I loro piccoli slittini di legno furono migliori degli slittini pesanti stiriani e boemi, perché i puntelli inclinati toccarono la pista solo con gli spigoli interni delle guide. Di conseguenza, questi slittini furono facilmente manovrabili e nello stesso tempo più facili a tenere nella traccia.

 

Il prossimo sviluppo rivoluzionario della tecnica di slittino è dovuto a Martin Tietze di Brückenberg che vinse il campionato europeo più volte (1934, 1935, 1937 e 1938). Nel 1941, partecipò al campionato tedesco di slittino a Igls – con il suo nuovo slittino distinguendosi grazie al sistema costruttivo basso, alla manovrabilità accentuata e alla maneggevolezza ottimale dovuta ai pattini di legno inclinati e posti elasticamente.

In base all’esempio di questo “slittino di Tietze” i costruttori di slittini tirolesi Johann Isser, Rupert e Johann Gasser svilupparono ulteriormente la tecnica di slittino.

Durante il campionato europeo a Igls nel 1951, gli slittini mobili di Tietze e Gasser furono nettamente migliori degli slittini rigidi di Holmenkollen e Davos con i bastoni di una lunghezza fino a 5 metri per guidare e anche migliori degli slittini di Sterzing. Tutti gli slittini sportivi di oggi rappresentano successivi sviluppi di questo tipo di slittino.